Le piattaforme e-commerce: Scegliere la piattaforma giusta

  • Condividi:
  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su WhatsApp
  • Condividi su Telegram
  • Condividi su LinkedIn
  • Condividi su Threads

Le piattaforme e-commerce: Scegliere la piattaforma giusta

E-commerce: cosa è?

Chi vuole mettere online un e-commerce per portare sul web la propria attività commerciale, trovando nuove opportunità di business e commercio, o per avviarne una nuova può scegliere tra una vasta gamma di piattaforme di commercio elettronico.

Individuare la piattaforma giusta è il primo passo da compiere per avere la certezza di offrire ai propri clienti uno spazio sul quale fare acquisti che sia al contempo sicuro, affidabile, completo, veloce e facile da navigare. La scelta deve tenere conto di numerosi aspetti, tra cui il numero di prodotti da caricare, le visite giornaliere previste, le necessità di personalizzazione.

Tra le migliori attualmente disponibili rientrano WooCommerce, Prestashop e Magento, tre soluzioni open source molto diverse tra loro e pensate per soddisfare le esigenze di target ben precisi.

Che cosa sono le piattaforme e-commerce

Quando si parla di piattaforme e-commerce si fa riferimento a quei software che mettono a disposizione tutte le funzioni necessarie per creare un negozio virtuale, implementarlo, gestirlo ed effettuare vendite online.

Benché le funzioni possano variare dall’uno all’altro, nonché a seconda della versione scelta (ad esempio gratuita o a pagamento), quelle di base, come le categorie, i filtri, le pagine dedicate ai singoli prodotti, il carrello, le modalità di pagamento, sono sempre presenti.

A seconda dei casi, le piattaforme potranno presentarsi come:

  • CMS con licenza, come Prestashop e Magento
  • CMS Saas, acronimo di “Software as a service”
  • plugin come WooCommerce.

Oltre a questi è possibile trovare anche software proprietari.

WooCommerce, Prestashop e Magento a confronto

Le piattaforme e-commerce: Scegliere la piattaforma giusta

WooCommerce

Tra le tre soluzioni più note e diffuse per la realizzazione e la gestione di e-commerce, WooCommerce è quella più semplice e immediata da utilizzare.

Ideale per le piccole imprese che desiderano vendere online un numero limitato di prodotti e per i negozi che vogliono testare le vendite online evitando di investire fin dall’inizio capitali ingenti, WooCommerce è totalmente gratuito e presenta un’interfaccia semplice e intuitiva. Oltre a questo, risulta ampiamente personalizzabile, anche grazie alla possibilità di implementare nuove funzionalità attraverso le estensioni e di modificare il codice sorgente, e ottimizzabile per i motori di ricerca.

Tra gli aspetti negativi rientrano l’inadeguatezza per la creazione di e-commerce con un elevato numero di prodotti in vendita o che puntano a ricevere numerose visite giornaliere, e il fatto che, trattandosi di un plugin di WordPress, può essere installato esclusivamente su siti realizzati con questo CMS. La modifica dei codici e altre operazioni richiedono inoltre competenze specifiche.

Le piattaforme e-commerce: Scegliere la piattaforma giusta

Prestashop

Prestashop è un CMS open source e gratuito nato nel 2007, ancora oggi molto utilizzato.

A differenza di WooCommerce, non ha bisogno di appoggiarsi ad altri software, in quanto nato come programma autonomo per la creazione e la gestione di negozi virtuali. Le sue caratteristiche lo rendono inoltre ideale per la gestione di un numero maggiore di prodotti.

Flessibile e affidabile, presenta una dashboard molto intuitiva, consente di gestire più e-commerce da un solo pannello di controllo e può essere personalizzato attraverso l’aggiunta di moduli e la modifica del codice. La community che gravita intorno alla piattaforma consente di trovare rapidamente soluzioni ai problemi che possono verificarsi durante la configurazione e l’utilizzo.

Tra gli aspetti negativi di questo software rientrano le competenze tecniche indispensabili per implementare e personalizzare le funzionalità attraverso il codice, e il fatto che non risulta la scelta giusta se si desidera mettere online un marketplace.

Le piattaforme e-commerce: Scegliere la piattaforma giustaMagento

Magento è la piattaforma giusta per chi vuole mettere online un e-commerce molto complesso e articolato, destinato a contenere migliaia di prodotti e ad attirare tantissimi clienti ogni giorno.

Ampiamente personalizzabile, anche a livello di codice, è disponibile sia in versione gratuita, la quale mette a disposizione solo funzioni di base, sia in quella a pagamento, costosa ma davvero completa, in quanto ricca di funzionalità avanzate e in grado di offrire un ottimo supporto tecnico. Come Prestashop, consente di gestire più e-commerce da una sola dashboard.

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, oltre ai costi elevati della versione a pagamento, è possibile citare la complessità di utilizzo, la quale richiede competenze specialistiche, e la mancanza, nella versione gratuita, di funzionalità fondamentali per le grandi imprese.

Conclusioni

Dal piccolo artigiano locale che vuole iniziare a proporre i propri prodotti anche online alla grande azienda che punta a creare un marketplace di successo, tutti coloro che vogliono estendere, tramite il web, la propria rete di vendita devono scegliere con grande attenzione la piattaforma e-commerce. Questa deve essere in grado di soddisfare totalmente le aspettative del venditore e di adattarsi al meglio al suo profilo di vendita.

Così, mentre il pellettiere che ha già creato un blog con WordPress potrà mettere rapidamente online, grazie a WooCommerce, un piccolo e-commerce tramite il quale vendere i suoi prodotti artigianali, l’imprenditore che desidera aprire un marketplace potrà affidarsi a degli esperti per creare, tramite Magento, un ricco negozio virtuale.

Insomma, sebbene sia possibile individuare piattaforme più complete e affidabili rispetto ad altre, non si può indicarne una come la migliore in termini assoluti. Ognuno, valutando pro e contro, deve cercare di individuare quella giusta per la propria attività commerciale.